RAPPORTO SUI REDDITI 2014: DISEGUAGLIANZA E DISTRIBUZIONE DELLA RICCHEZZA A BOLOGNA

Oggi il professore Vincenzo Balzani su la Repubblica Bologna fa un augurio alla nostra città: “la città si adoperi per eliminare le disuguaglianze. Farà bene anche ai ricchi. E’ una città ricca, deve scuotersi“.

Proprio ieri sono stati pubblicati i risultati dell’indagine sui redditi dei cittadini bolognesi. Si tratta di dati che possano aiutare a capire meglio le ricchezze e le povertà della nostra città (fonte: Area Programmazione, Controlli e Statistica del Comune di Bologna).

Tra i tanti dati presenti nello studio uno in particolare per me rappresenta una vera sfida per la città di Bologna. Da un lato osserviamo un aumento dei redditi dichiarati dalle fasce di età più vecchie e dall’altro si registra un impoverimento dei più giovani.
I contribuenti over 54 anni hanno dichiarato nel 2014 redditi il cui valore, al netto degli effetti dell’inflazione, risulta più elevato di quello percepito dai loro coetanei nel 2002, con aumenti più accentuati tra i 60 e i 74 anni di età. Dall’altro lato osserviamo che la situazione per le fasce di età più giovane è peggiorata tra il 2002 e il 2014: si registra una consistente contrazione della capacità reddituale per i giovani e giovanissimi, che si affacciano al mondo del lavoro, ma anche di fasce di popolazione appartenenti alle classi di età centrali le cui condizioni economiche, rappresentate in larga parte dai redditi ottenuti nel pieno della loro attività lavorativa, in media sembrano via via deteriorarsi.

Alcune informazioni di sintesi:

a) I contribuenti nel 2014 erano 293.394 con un reddito imponibile complessivo di oltre 7,2 miliardi di euro;

b) il reddito imponibile medio è stato quindi pari a 24.628 euro, mentre il reddito mediano si è attestato a 19.408 euro;

c) ancora molto significative, ma in riduzione risultano le differenze di genere: il reddito mediano degli uomini è di 21.676 euro, il 26,3% in più di quello dichiarato dalle donne (17.158 euro);

d) lo studio analizza inoltre i forti divari reddituali esistenti fra generazioni, fra italiani e stranieri e fra le diverse zone cittadine.

I dati di reddito non sono le uniche informazioni utili per descrivere la ricchezza di una città. Altre indicatori ci aiutano a capire la ricchezza sociale, culturale, spirituale della nostra città. Obiettivo dei prossimi anni è mettere insieme queste informazioni per avere una fotografia precisa della nostra città. Fotografia che ci aiuti a capire come migliorare le nostre politiche: dove agire e con quali strumenti.

http://www.comune.bologna.it/…/Redditi/PRES_REDDITI_2014.pdf

Condividi:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Iscriviti alla newsletter

* campi obbligatori