Anno di nascita:

1992

 

Lavoro:

Storia Contemporanea (studio), Presidenza ARCI Benassi (lavoro).

 

Il passo di un libro che rappresenta me stesso e la mia candidatura:

Per la candidatura: “Costruire significa collaborare con la terra, imprimere il segno dell’uomo su un paesaggio che ne resterà modificato per sempre; contribuire inoltre a quella lenta trasformazione che è la vita stessa delle città”.
(Marguerite Yourcenar)

Su di me: “Quando prendo in esame la mia vita, mi spaventa di trovarla informe. L’esistenza degli eroi, quella che ci raccontano, è semplice: va dritta al suo scopo come una freccia. E gli uomini, per lo più, si compiacciono di riassumere la propria esistenza in una formula – talvolta un’ostentazione, talvolta una lamentela, quasi sempre una recriminazione; la memoria compiacente compone loro una esistenza chiara e spiegabile. La mia vita ha contorni meno netti: come spesso accade, la definisce con maggior esattezza proprio quello che non sono stato: buon soldato, non grande uomo di guerra; amatore d’arte, non artista come credette d’essere Nerone alla sua morte; capace di delitti, ma non carico di delitti […]. Si direbbe che il quadro dei miei giorni, come le regioni di montagna, si componga di materiali diversi agglomerati alla rinfusa. Vi ravviso la mia natura, già di per se stessa composita, formata in parti uguali di cultura e d’istinto. Affiorano qua e là i graniti dell’inevitabile; dappertutto, le frane del caso […]. In questa difformità, in questo disordine, percepisco la presenza di un individuo, ma si direbbe che sia stata sempre la forza delle circostanze a tracciarne il profilo; e le sue fortezze si confondono come quelle di un’immagine che si riflette nell’acqua”.
(Marguerite Yourcenar)

 

Il progetto a cui vorrei lavorare e la parola chiave a cui fa riferimento:

Sarebbe importante lavorare sulla costruzione di nuove forme di partecipazione della cittadinanza, soprattutto delle giovani generazioni. Potenziare la trasparenza amministrativa, non solo come vetrina delle proprietà e dei redditi dei politici, bensì come mezzo per esercitare una politica più solida nei suoi fondamenti e nei suoi sviluppi. Parole chiave: Bilancio, Buone Scarpe.

 

Un luogo della città per te particolarmente significativo

Teatro Comunale.

 

Quali sono le principali risorse/opportunità di questa città

L’Università. L’associazionismo.

 

Come vedi la città tra cinque anni

Più aperta, cosmopolita, matura, vivace e coraggiosa.

 

Perché ti candidi?

Mi candido perché credo di poter mettere al servizio della città l’esperienza maturata in 5 anni di Amministrazione nel Quartiere Savena ed al contempo mettere in campo un nuovo modo di osservare e risolvere le problematiche.

Condividi:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone