Anno di nascita:

1995

 

Lavoro:

Studio Servizio Sociale alla scuola di Scienze Politiche dell’Università di Bologna.
Lavoro come educatrice senza titolo presso una cooperativa sociale.

 

Il passo di un libro che rappresenta me stessa e la mia candidatura:

“Quando, da ragazzo, cominci il viaggio della vita, sei naturalmente portato a pensare di essere solo uno tra tanti, e a credere quindi che la cosa migliore da fare sia seguire la maggioranza. Questo modo di pensare è completamente sbagliato. Ricorda che tu sei tu. Guida da te la tua canoa. Stai partendo dal ruscello della fanciullezza per un viaggio avventuroso; Sulla tua rotta incontrerai difficoltà e pericoli, banchi di nebbia e tempeste. Ma, senza avventure, la vita sarebbe terribilmente monotona. Se saprai manovrare con attenzione, navigando con fedeltà ed allegra tenacia, non c’è motivo per cui il tuo viaggio non debba essere un completo successo, per piccolo che fosse il ruscello da cui un giorno sei partito”.

(Robert Baden-Powell, La strada verso il successo)

 

Il progetto a cui vorrei lavorare e la parola chiave a cui fa riferimento:

Vorrei lavorare ad un progetto di CONDIVISIONE perché credo che sia importante che la nostra città sia davvero comune per tutte le persone che ci vivono, ci studiano, ci passano, ci lavorano.

 

Quali sono le principali risorse/opportunità di questa città:

La cooperazione: stare bene, lavorare, crescere insieme.

 

Come vedi la città tra cinque anni:

Vorrei vederla più solidale.

 

Perché mi candido?

Mi candido perché credo in questa città e credo nel contributo che ogni cittadino può portare per viverci meglio. Vorrei impegnarmi, nel mio piccolo, affinché Bologna diventi più accogliente e sensibile ai temi sociali.

Condividi:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone